Aiuti alle AziendeNewsTech

Agevolazioni per l’internazionalizzazione delle PMI piemontesi

Apprendiamo oggi da Confartigianato Imprese Piemonte Orientale una bella iniziativa a tutte le aziende piemontesi, vi giriamo subito le info.

POR-FESR 2014-2020 Asse III Azione III.3b.4.1

BENEFICIARI
Le Micro, Piccole e Medie Imprese, le Startup, le Cooperative di produzione e lavoro ed i consorzi di produzione, con unità locale interessata all’intervento attiva ed operativa situata in regione Piemonte.

OBIETTIVI
Sostenere programmi di investimento delle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) finalizzati alla pianificazione, all’avvio, al consolidamento di percorsi di internazionalizzazione ed all’incremento della competitività sui mercati esteri.

INVESTIMENTI E SPESE AMMISSIBILI
Gli investimenti possono riguardare:
 Preparazione al processo di Internazionalizzazione:
• Modifica, adeguamento, miglioramento dei prodotti e del processo funzionali all’introduzione dei propri prodotti su un nuovo mercato estero od al soddisfacimento dei maggiori volumi di produzione richiesti da un mercato estero già servito;
• Rafforzamento delle competenze aziendali attraverso l’acquisizione di tecnologia e know-how esterni (ad esempio tramite l’acquisizione di brevetti e proprietà intellettuale, ecc.)
• Supporto consulenziale necessario per affrontare i mercati esteri (ad esempio supporto temporary manager);
• Rafforzamento delle competenze aziendali, sia direttamente riferite all’attività di commercializzazione sui mercati esteri (ad esempio competenze normative, legali e commerciali), sia riferite ad aspetti tecnici di prodotto e/o processo, funzionali alla commercializzazione sui paesi esteri (ad esempio modifiche tecniche del prodotto, compatibilità tecnica con i mercati di destinazione);
• Adeguamento degli strumenti di comunicazione e promozionali dell’impresa per i mercati obiettivo (sito web, brochure, catalogo, traduzioni, promozione su portali settoriali).

 Internazionalizzazione dell’impresa, ingresso su nuovi mercati
• Analisi del mercato, approfondimenti legali, normativi e fiscali, studi di settore e ricerche di mercato, consulenza su tematiche doganali, trasporti e logistica su uno o più mercati specificatamente individuati;
• Ricerche di importatori, distributori, clienti finali (attraverso un supporto consulenziale esterno all’azienda;
• Iscrizione a piattaforme internazionali on-line per la promozione all’estero ed a portali di e-commerce, anche attraverso strumenti di digital economy;
• Partecipazione a gare e tender internazionali;
• Studi e/o servizi di consulenza necessari per il lancio di nuovi prodotti oppure per il lancio di prodotti già esistenti su un nuovo mercato, in un altro stato membro o paese terzo;
• Partecipazione a fiere.

 Radicamento dell’impresa sui mercati esteri
• Preparazione di investimenti diretti all’estero, anche in joint venture (studi di fattibilità, consulenze legali, ricerca location e personale, ecc.).
Le spese (minimo € 50.000,00) devono riferirsi a:
1. Acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, strumentali al progetto di internazionalizzazione, nel limite del 40% delle spese ammissibili;
2. Installazione e posa in opera degli impianti ivi incluse le opere murarie (a titolo di esempio le opere elettriche ed idrauliche) di esclusivo asservimento degli impianti/macchinari oggetto di finanziamento, nel limite del 20% degli investimenti ammessi al punto 1);
3. Acquisto di licenze, brevetti, know-how o di conoscenze tecniche non brevettate strumentali al progetto di internazionalizzazione;
4. Costi per la partecipazione ad eventi fieristici all’estero nel limite del 20% delle spese ammissibili;
5. Servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini della realizzazione del progetto di internazionalizzazione, nel limite del 50% delle spese ammissibili. Tali servizi devono essere acquisiti da fonti esterne ed a prezzi di mercato, nell’ambito di un’operazione che non comporti elementi ci collusione;
6. Realizzazione di iniziative di tipo promozionale/commerciale a valenza internazionale;
7. Adozione di strumenti di digital economy.

AGEVOLAZIONE
L’agevolazione consiste in un prestito di importo fino al 100% delle spese ritenute ammissibili e con le seguenti caratteristiche:
 70% finanziamento a tasso 0 (zero) con limite max di € 700.000,00;
 30% fondi bancari alle condizioni previste da apposite convenzioni (Banche/Regione);
 Durata 60 mesi di cui eventualmente 6 mesi di preammortamento;
 Rimborso con rate trimestrali posticipate.
I destinatari finali del presente bando che effettuino investimenti applicabili a contesti produttivi appartenenti ai settori strategici (aerospazio, automotive, chimica verde, meccatronica, made in agroalimentare e tessile, innovazione per la salute, smart, clean e resource efficiency) potranno inoltre sostenere la ricaduta occupazionale mediante un Contributo a fondo perduto a sostegno dell’internazionalizzazione delle MPMI piemontesi:
 € 15.000,00 per nuovo addetto e fino ad un massimo di € 150.000,00 complessivi e comunque per un importo non superiore al 50% dell’importo del progetto ammesso all’internazionalizzazione.

PROCEDURE E TEMPISTICHE
Presentazione delle domande con relativo progetto a partire dal 27.12.2018

Ricordiamo che Confartigianato eroga un servizio di assistenza che può beneficiare delle agevolazioni previste dal presente Bando e che consiste in:

• check up aziendale con visita preliminare in azienda per raccolta informazioni
• analisi prodotto / servizio per pianificare attività di sviluppo e strategia commerciale
• valutazione degli strumenti di comunicazione in possesso dell’azienda
• identificazione e selezione dei mercati prioritari per l’attività di sviluppo commerciale
• creazione database profilato con long list di nominativi nel settore/mercato selezionato
• sviluppo commerciale per ricerca clienti attraverso contatto telefonico e successivo invio e-mail
• gestione trattative tecnico/commerciali (richieste d’offerta, traduzioni offerte, ordini, ecc,)
• invio report settimanali di rendicontazione e monitoraggio degli esiti dell’attività
• invio reportistica finale

 

Per maggiori informazioni e/o manifestazione di interesse rivolgersi a :
Provincia di NO  e VC – Maurizio Cerutti  cell. 331 6144673 maurizio.cerutti@artigiani.it
Provincia VCO – Cristina David  cell. 335 7231304               cristina.david@artigiani.it
Borgosesia  –  Stefano Stefanetti  cell.  338 8250835         stefano.stefanetti@artigiani.it
Per informazioni relative al servizio di assistenza all’internazionalizzazione:
Alessandro Scandella Tel. 0321 661111 alessandro.scandella@artigiani.it 

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »