Aiuti alle AziendeNewsSicurezza

ATTACCHI HACKER, BOOLE SERVER: “CON LA CIFRATURA DEI DATI, IRRILEVANTE DOVE SI TROVANO I SERVER

A dirlo Valerio Pastore, Fondatore e Chief Technology Officer dell’italiana Boole Server
Milano, 15 novembre 2018.

«Se iniziassimo a lavorare e scambiarci dati totalmente protetti grazie alla cifratura, il problema dell’ubicazione fisica dei server non si porrebbe più».

Valerio Pastore, Fondatore e Chief Technology Officer di Boole Server, azienda italiana specializzata nella messa in sicurezza dei file, insiste su questo tema cruciale, anche alla luce della notizia dell’interruzione dei servizi informatici negli uffici giudiziari dei distretti di Corte di Appello sulla cui causa ci sarebbe anche un possibile attacco hacker.

«Dobbiamo rendere sicuri i nostri dati, così come quelli degli altri che potremmo avere in gestione per i più svariati motivi. Dobbiamo renderli sicuri in modo che se anche venissero sottratti, sarebbero assolutamente inutilizzabili da chi li ha rubati perché i “ladri” non avrebbero le chiavi per poterli decodificare. E lo strumento per fare ciò esiste, ed è la cifratura, che può servire sia per conservare i dati sia per scambiarli in modo totalmente protetto»

continua Pastore.

Il recente Report Global Digital 2018, ha messo in evidenza come in Italia nel 2017 la popolazione “connessa” sia stata il 73% del totale (circa 43 milioni di persone), in crescita del 10% rispetto all’anno precedente.

«L’aumento dell’alfabetizzazione digitale è un bene, e abbiamo tutti la responsabilità, partendo dalla pubblica amministrazione, di fare in modo che la paura di possibili attacchi informatici non porti a una inversione di questa tendenza» conclude il presidente di Boole Server. «Quindi accanto agli investimenti in infrastrutture serve lavorare molto sia sulla cultura sia sull’utilizzo di strumenti che rendano davvero protetti i dati».

Boole Server è il primo vendor italiano di soluzioni di data centric protection, dedicato a grandi aziende e PMI. Grazie alla cifratura di livello militare, Boole Server mette a disposizione dei suoi clienti soluzioni di protezione dei dati aziendali e delle informazioni sensibili e riservate.

La tecnologia di BooleBox, piattaforma innovativa di condivisione e cifratura dei file, è in grado di fornire all’utente un controllo assoluto sui propri dati, impedendo accessi non autorizzati ai documenti grazie a impostazioni di protezione estremamente facili da utilizzare. Attualmente distribuito in oltre 25 Paesi attraverso una rete di partner tecnologici in costante crescita, Boole Server vanta oltre 180 clienti enterprise – tra i quali Acqua di Parma, Coop, Eni, Sodexo, Aboca, Qatar Airways, Rai, EEAS, Samba Bank e State of Jersey Police – e più di 100 mila utenti in tutto il mondo. www.booleserver.com

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »