NewsScienzaTech

Avatar..eal, prima o poi avremo anche noi il nostro Avatar!

Avatar non è più una finzione cinematografica: ora è possibile vedere gli stessi monumenti e le persone provando le stesse senzazioni che si avrebbero camminando in una piazza affoltata è possibile senza muoversi dal chiuso di una stanza. E’ quanto permette di fare la prima piattaforma, realizzata in Italia, in grado di costruire ambienti virtuali ed in grado di ricreare sulla persona che la sta utilizzando le sensazioni catturate da un robot o da un avatar, mediante un’esperienza di realtà virtuale multisensoriale.

La “Embodiment station” il progetto è stato sviluppato dal laboratorio di Robotica percettiva dell’istituto per le Tecnologie della Comunicazione della Scuola Sant’Anna. L’esperimento, rilevano gli esperti, dimostra come potrebbero tra non molto diventare realtà gli scenari fantascientifici immaginati nel film ”Avatar”. Potremmo avere a disposizione un corpo surrogato, nella forma di avatar virtuale o di un robot fisico appunto, e percepirlo come il proprio corpo attraverso illusioni sensoriali ricreate in maniera artificiale.

L’idea è di sviluppare nei prossimi anni sistemi basati sul coinvolgimento di diversi sensi nello stesso tempo, aprendo così uno scenario di applicazioni particolarmente vasto: utilizzando un avatar remoto si potrà viaggiare in un mondo virtuale senza muoversi da casa, oppure camminare avendo la sensazione di essere presenti all’interno del corpo di un robot fisico remoto e interagire con le persone presenti nell’ambiente circostante. L’esperienza virtuale diventa più realistica indossando un esoscheletro robotico, simulando addirittura interazioni fisiche, anche con l’aiuto di un sistema avanzato di proiezione in tre dimensioni.

Personalmente trovo anti sociale un’invenzione del genere realisticamente parlando. Sappiamo già tutti come è andata a finire con i vari social network da un cinque anni a questa parte, e pensare di bere una birra virtuale con amici o andare al matrimonio di un tuo parente stando comodamente seduto in pigiama e pantofole fa venire i brividi e anche un sorriso =)

Voi cosa ne pensate?

Leave a Response

Fabio Guerrera
Appassionato di sicurezza informatica, analisi dati, ruolo gestionale e di acquisizione clienti tramite il Digital Marketing e Growth Marketing! Il classico cacciatore di teste!
Translate »