NewsTech

Gnosis, il principio attivo è la sicurezza

54views

L’azienda italiana di biotecnologia utilizza le soluzioni di sicurezza di Check Point per difendere le proprie reti e prevenire le minacce zero-day

Check Point® Software Technologies Ltd. (NASDAQ: CHKP) annuncia che Gnosis ha adottato la protezione zero-day SandBlast per mettere in sicurezza le proprie reti e i propri dati e proteggersi dalle minacce zero-day.

Fondata nel 1989, Gnosis SpA è un’azienda di biotecnologia, specializzata nella produzione e nella vendita di materie prime e prodotti finiti naturali, destinati al settore farmaceutico e cosmetico. Con sede principale a Desio, in Monza-Brianza, che svolge funzioni amministrative e direzionali e che include anche il dipartimento Ricerca e Sviluppo, Gnosis conta due impianti produttivi, uno in Basilicata e uno in Svizzera (Canton Ticino), una sede commerciale negli USA (Pennsylvania) e una sede in Cina, precisamente a Shanghai.

L’azienda ha avuto una grande espansione negli ultimi anni e, considerato il business in forte crescita, ha ritenuto necessario dotarsi di un sistema più efficiente di sicurezza, in grado di controllare la propria rete e lo scambio di dati e comunicazioni che avvengono costantemente tra la sede principale e quelle secondarie. I sistemi, infatti, risultavano obsoleti e antiquati, non più idonei a contrastare i pericoli sempre maggiori provenienti dall’esterno.

Un anno fa circa, l’azienda, sensibile al tema della prevenzione e della protezione dei dati, grazie all’inserimento di ulteriori risorse IT al proprio interno, ha intrapreso un percorso volto a individuare le aree di gap e a selezionare il vendor che potesse soddisfare le esigenze di sicurezza con lo scopo di svecchiare gli apparati esistenti e di aggiungere funzionalità tecnologiche basate sui next generation firewall. In questo modo si sarebbe disciplinato l’accesso a Internet da parte degli utenti dell’azienda e di tutte le sue sedi, dei guest, dei visitatori e dei fornitori, e si sarebbe potuto incrementare la protezione dei sistemi di comunicazione che si rivolgono all’esterno, quali email, sito web etc.

L’azienda Gnosis, dato che opera nel settore farmaceutico, deve rispettare regolamentazioni molto severe del controllo della produzione, per esempio quella dell’FDA, ente federale americano che autorizza l’immissione dei prodotti e dei farmaci sul mercato americano. Enti di questo genere stanno focalizzando molto le ispezioni nel controllo della sicurezza sui sistemi, quindi si è reso necessario per Gnosis anche garantire la sicurezza di quelle reti più critiche, dove transita il know how aziendale, come quelle dei laboratori di sviluppo presenti in azienda.

Dopo un’attenta valutazione che ha coinvolto le aziende leader nel settore della cybersecurity presenti nel Magic Quadrant, Gnosis ha individuato in Check Point Software Technologies il partner ideale in grado di offrire sicurezza a 360 gradi e la flessibilità necessaria a risolvere tutte le esigenze.

Gnosis ha così introdotto servizi di firewall, app control, intrusion prevention, antivirus perimetrale, antibot, antispam e url filtering. Inoltre solo nella sede principale di Desio, l’azienda ha adottato anche la tecnologia Threat Emulation, Threat Extraction e CPU Level Protection. Questi servizi oltre a comprendere le funzionalità Next Generation Firewall che proteggono da tutte le minacce note, tramite l’attivazione delle componenti di analisi comportamentale (Threat Emulation), garantiscono una protezione del traffico SMTP, Http e Https, da tutte le minacce non note (zeroday, cryptolocker, apt, etc) garantendo una customer experience di alto livello. La Threat Extraction consente poi di annullare i tempi di latenza e, grazie alla CPU Level Protection, i malware, in grado di bypassare i controlli della sandbox, vengono bloccati. Grazie a Check Point, la navigazione Internet suddivisa per tipologia di utente e reparto è controllata, la sicurezza sulle reti VPN è garantita ed è stato introdotto il web filtering sul traffico delle sedi di Gnosis che non contano un elevato numero di risorse tecniche interne. Anche le reti GMP critiche dei laboratori godono ora di protezione e l’implementazione della tecnologia di Check Point ha consentito l’attivazione della scansione delle minacce zero-day all’interno del sandbox che agisce in modalità cloud.

Gnosis è un’azienda attenta e sensibile alle esigenze di sicurezza, per questo motivo ci siamo rivolti a Check Point” ha dichiarato Marco Sandrini, ICT Manager dell’azienda. “Le funzionalità che il vendor israeliano offre, unite alla possibilità di controllare tutto da una consolle installata nella sede principale sono stati gli elementi che ci hanno guidato nella scelta. Siamo consapevoli che il ROI di un investimento in sicurezza è difficile da quantificare, poiché il danno può essere inestimabile, quindi affidarci a Check Point significa investire in affidabilità e sicurezza”.

Le soluzioni di livello enterprise di Check Point sono l’ideale per soddisfare le esigenze di sicurezza di Gnosis, poichè la gestione della sicurezza è chiara e non richiede specializzazioni verticali. La dashboard, facile da usare, semplifica la gestione e migliora la comprensione della rete, poiché offre una visualizzazione centralizzata di tutto quello che avviene all’interno della rete,” ha dichiarato Massimiliano Bossi, Channel Sales Manager di Check Point Italia.

I moduli della soluzione Next Generation Threat Prevention offrono alle organizzazioni di tutte le dimensioni una protezione completa nei confronti delle minacce note e meno note, con l’adozione di due cluster: Next Generation Threat Extraction (NGTX) e Next Generation Threat Prevention (NGTP). La soluzione Check Point Threat Prevention include funzionalità di sicurezza potenti come firewall, IPS, Anti-Bot, Antivirus, Application Control e URL Filtering per contrastare gli attacchi e le minacce informatiche. Queste funzionalità sono potenziate dalla tecnologia vincente SandBlast™ Threat Extraction e Threat Emulation per una protezione ancora più completa contro le più sofisticate vulnerabilità zero-day. In particolare la funzionalità Threat Extraction garantisce documenti senza malware in zero secondi, mentre Threat Emulation ispeziona i file in cerca di codici malevoli in una sandbox virtuale. Quando Threat Emulation scopre nuove minacce, invia i dati al database di Check Point ThreatCloud che condivide quest’informazione con altri clienti Check Point – questo fornisce una protezione immediata ed efficace contro le minacce zero-day.

Seguici sui nostri canali social:

Check Point Blog: http://blog.checkpoint.com/
Twitter: 
http://www.twitter.com/checkpointsw e https://twitter.com/CheckPointItaly
Facebookhttp://www.facebook.com/checkpointsoftware
YouTube: http://www.youtube.com/user/CPGlobal
LinkedIn: 
https://www.linkedin.com/company/check-point-software-technologies

Check Point Software Technologies Ltd.

Check Point Software Technologies Ltd. (www.checkpoint.com) è il più grande fornitore mondiale specializzato nel campo della sicurezza, offre soluzioni leader di mercato e protegge i propri clienti, con il più elevato tasso di rilevamento di malware e di altri tipi di attacchi informatici sul mercato. Check Point garantisce una struttura di sicurezza completa per difendere i network e i dispositivi mobili delle aziende, oltre a offrire una gestione della sicurezza più completa e intuitiva possibile. Check Point difende più di 100.000 organizzazioni di tutte le dimensioni.

###

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di tecnologia sempre in cerca di qualcosa di nuovo da provare. Twitta come se non ci fosse un domani. :-)
Translate »