NewsSocial

JE SUIS CHARLIE! Un proiettile non ci fermerà! Questo è solo l’inizio

Mi sento in dovere di scrivere quattro parole per le vittime di un massacro pre annunciato.

I Big sapevano e non hanno parlato, era tutto programmato, le 12 vittime e 11 feriti, erano già segnate.

Sotto questa immagine ci saranno parole pesanti ma vere, personalmente mi sono stancato di vivere in un mondo di false notizie. Quindi se volete rimanere nella vostra ignoranza chiudete questa pagina.

A man holds a placard which reads "I am Charlie" to pay tribute during a gathering at the Place de la Republique in Paris

L’attacco messo a segno da tre uomini contro la sede del giornale, a Parigi, ha sconvolto la Francia, ha sconvolto noi ma non sconvolge l’Italia e il resto del mondo, basta frasi fatte, basta incontri finti solo per farsi vedere in tv o nelle prime dei giornali, basta giornalisti corrotti, basta false notizie, tutto il mondo deve sapere, tutti devono sapere cosa sta succedendo.

Killer incappucciati e armati hanno fatto irruzione nel giornale aprendo il fuoco con dei kalashnikov. Tra le persone che hanno perso la vita, 8 giornalisti, due agenti assegnati alla protezione del direttore, un ospite che era stato invitato alla riunione di redazione e il portiere dello stabile.

Tra questi ha perso la vita il direttore Stephan Charbonnier.

I terroristi che hanno attaccato Charlie Hebdo sono:

Kouachi
Sharif Kouachi
Mourad Hamyd

I primi due sono fratelli, il terzo è senza fissa dimora.

Ecco il mandato di perquisizione della polizia sulla sua pagina facebook:

Screen-Shot-2015-01-07-at-10.06.21-PM

  Ed ecco una copia della carta d’identità francese:

card

Ed ecco una foto di Sharif (che si trova da un’altra fonte che conferma le nostre informazioni di alto livello):

Screen-Shot-2015-01-07-at-10.11.40-PM

Uno dei presunti assalitori, K. Sherif sarebbe ben noto alla polizia. E ‘stato arrestato nel 2005, quando stava per lasciare l’Iraq.

Un’intercettazione di una “squadra anti terroristica” aveva intercettato una conversazione due giorni prima dell’attacco, perchè nessuno è intervenuto? Perchè veniamo uccisi dal nostro governo in primis e poi dai terroristi? Perchè tutto questo non si poteva evitare?

Con questo concludo l’articolo, ci saranno da oggi in poi altri articoli che i mass media non pubblicheranno mai!

Un ricordo speciale alle vittime e ai familiari

Je Suis CHARLIE!

Hebdo

Leave a Response

Fabio Guerrera
Appassionato di sicurezza informatica, analisi dati, ruolo gestionale e di acquisizione clienti tramite il Digital Marketing e Growth Marketing! Il classico cacciatore di teste!
Translate »