comunicato stampaNewsTech

La seconda vita dell’OOH: la creatività Dyson trasformata in shopper bag

Dyson, azienda globale di tecnologia nata con la mission di risolvere problemi ignorati da altri, nel contesto dell’ultima Milano Design Week, ha presentato a un pubblico italiano e internazionale le sue nuove tecnologie per la casa e gli ambienti indoor, pensate per fornire a chi le utilizza di controllare molti dei fattori che ne influenzano il benessere, inclusi l’aria che respira e la luce, la polvere e gli allergeni a cui è esposto.

Per dare visibilità alle nuove tecnologie e raccontare al pubblico le caratteristiche uniche dei nuovi prodotti, Dyson ha dato vita a una campagna di comunicazione, che include anche l’utilizzo di advertising out-of-home: tra le piazze selezionate, quella di Piazza Mercanti a Milano.

Una creatività svelata per step: un telo nero di 400m è stato collocato sulla facciata del palazzo, seguito da un reveal “spettacolare”. Acrobati nei panni di un engineering team hanno svelato parti della creatività a curiosi e passanti il pomeriggio del 17 aprile, per lasciare il posto all’intera comunicazione pubblicitaria a partire dal giorno successivo. Il telo nero utilizzato a copertura della creatività, con l’ormai riconoscibile sagoma dei cicloni dell’aspirapolvere, ha ceduto il posto all’adv con i tre nuovi prodotti appena lanciati:

l’aspiraplvere senza filo Dyson V11TM  , che adatta in modo intelligente potenza e autonomia e, tramite lo schermo LCD di cui è dotato, mostra l’autonomia residua, il purificatore ventilatore Dyson Pure Cool MeTM , che utilizza l’innovativa tecnologia Dyson Core Flow TM per diffondere aria purificata e rinfrescare il proprio spazio personale, la lampada Dyson LightcycleTM  , concepita per fornire la luce giusta per ogni ora del giorno e adattarsi intelligentemente a seconda di età e routine quotidiana.

Per dare una seconda vita al telo utilizzato per la pubblicità out-of-home, il PVC sarà riutilizzato per creare delle speciali shopper bag, realizzate con il 100% da materiali di riciclo. Dai 400mq di creatività pubblicitaria saranno ricavate 300 shopper, realizzate grazie alla Sartoria San Vittore che vede coinvolte in laboratori sartoriali le donne detenute all’interno del Penitenziario di San Vittore, come vero e proprio percorso di riabilitazione alle professioni e modello di investimento sociale.

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »