NewsRECENSIONISocialTech

Pixelmator Pro il tool per editare, ma non è l’antagonista di Photoshop

172views

Sicuramente sapete di cosa si tratta quando si parla di Pixelmator, un tool che abbiamo avuto modo di recensire nel nostro blog, ma adesso si è affiancato a lui un “fratello maggiore”. Stiamo parlando di Pixelmator Pro, un tool decisamente più potente e professionale, con strumenti avanzati modificare e migliorare foto e immagini.

Per quanto riguarda Pixelmator Pro parlarono di un app disponibile solamente per Mac, un Pixelmator con qualche muscolo in più possiamo dire.

Un’app creata con Swift 4, sfrutta le API Metal 2, COre Image e OpenGL per l’editing alimentato dalla scheda grafica in possesso; possiamo dire che possiamo evitare applicazioni ben più performanti e complicate, difficile poter pensare che vada a sostituirle.

L’interfaccia di Pixelmator Pro è immediata e pulita, studiato tutto nel minimo dettaglio con tutti i pannelli degli strumenti che sono compressi o nascosti, permettendo di disporre le cose in una disposizione utile per il fotoritocco.

Con una interfaccia scura, gradevole dal punto di vista grafico, saremo avvantaggiati dall’animazione di dissolvenza di tutto l’ambiente, dando modo di non essere disturbati da tutto ciò che ci circonda ma concentrarsi sul lavoro e l’immagine che abbiamo di fronte.

Per il suo uso esclusivo per macOS, sfrutta appieno la GPU offrendo un ambiente di lavoro ideale sia per principianti che per professionisti; per chi poi ha già avuto contatto con questo tipo di applicazioni si troverà subito a proprio agio.

La prima cosa che mi ha colpito è stata la funzione di apprendimento automatico tramite framework Core ML, permette il rilevamento automatico accurato di attributi delle immagini e la rimozione smart degli oggetti presenti. Ovviamente poi non possono mancare le solite funzioni di regolazione del colore, applicazione effetti, stili e strumenti, molto carino anche il preset che possiamo creare con delle combinazioni di regolazioni personalizzate, effetti e stili, (ottima cosa che si possono condividere con altri utenti in possesso di Pixelmator Pro) e riprenderli in ogni momento.

Possiede quelli effetti che chiamiamo “non distruttivi”, ossia che andare ad aggiungere modifiche, rimuovere gli effetti applicati o applicarne di altri, visualizzando tutte le modifiche in tempo reale. Parliamo di oltre 40 fantastici strumenti che Pixelmator Pro include: ognuno progettato e rifinito con una meticolosa attenzione ai dettagli.

Purtroppo, come vi avevo già accennato all’inizio non si può parlare di Pixelmator Pro come un sostituto Photoshop, però lo trovo un interessante alternativa, non ancora ai livelli del mio tanto amato Affinity Photo, che ritengo essere sottovalutato per il prezzo che possiede.

Pixelmator Pro richiede macOS 10.13 o seguenti, ed è in vendita su Mac App Store a 64,99 euro.

Per chi volesse utilizzare l’applicazione senza tutte le funzioni avanzate, potete optare per il semplice Pixelmator che è sempre disponibile al costo di 32,99€.

Federico Grigolini
Blogger, podcaster e aspirante sviluppatore. Insomma di tutto e un po'. Il mio amore è la tecnologia e quello che ci gira intorno. La mia citazione : verso la tecnologia ed oltre.... ;)
Translate »