AndroidAppleGamingNews

Pokémon Go finalmente disponibile

Se ne parlava da tanto tempo, ma adesso è realtà. Finalmente è disponibile l’app dei Pokémon. Si chiama Pokémon Go ed è sviluppata da Niantic. Sarà rilasciata ufficialmente dal 15 luglio, ma è già possibile scaricarla.

Nel caso dei dispositivi Android basta installare questo apk. I requisiti minimi sono: uno smartphone con Android 4.4 o superiore, rete dati, GPS e una risoluzione almeno HD. L’applicazione non è disponibile per i dispositivi con processore Intel, come gli Zenfone.

Per gli Iphone la procedura è più macchinosa. Infatti bisogna entrare in Impostazioni – iTunes Store e App Store – ID Apple e premere “Esci”. A questo punto bisogna rientrare sull’app store, scaricare un’app e reimpostare l’ID Apple. Durante la selezione della nazione di residenza scegliete Australia e usate una nuova e-mail. Certamente si tratta di una procedura contorta e per alcuni potrebbe sembrare anche complessa, per questo vi consigliamo comunque di aspettare il rilascio ufficiale.

Noi abbiamo già provato l’app e possiamo dirvi che è molto appassionante. Il gioco consiste nell’andare in cerca di Pokémon per la propria città. Basta girare con il telefono in mano e comincerete a trovare questi esserini un po’ ovunque. Alcuni si trovano vicino al loro ambiente nativo, ad esempio Blastoise, che potrebbe essere vicino ad un corso d’acqua. Inoltre nei pressi dei punti di interesse si trovano i PokéStop, dove si possono acquistare Pokéball e altri oggetti. Più Pokémon catturate e più crescete di livello e potete aspirare a catturare Pokemon sempre più forti. Come nella serie originale, anche qui ci sono le Palestre (situate sempre in luoghi reali), ma per accedervi bisogna formare una squadra.

Il gioco è molto immersivo, ma sono emersi già i primi “problemi”. Infatti a Darwin,
in Australia, alcuni ragazzi sono entrati nella stazione di Polizia locale, in quanto veniva segnalata come PokéStop. Dopo questo fatto è stato diramato un avviso che vietava di entrare nelle stazioni di Polizia per raggiungere i PokéStop.

Si era anche diffusa la notizia secondo cui usando l’app prima del rilascio ufficiale, ci sarebbe stato il rischio di ban. Probabilmente si tratta di una bufala e anche se fosse vero basterebbe usare una VPN australiana.

Un altro problema ben più serio è quello della sicurezza in strada. Infatti, nonostante i numerosi avvisi mostrati nel gioco, l’applicazione rappresenta un rischio reale soprattutto per i bambini che la useranno, poiché, se da una parte la realtà aumentata è sicuramente un’esperienza avvolgente, dall’altra non bisogna scordarsi della realtà vera e propria e dei pericoli che ci circondano.

Dunque si tratta di un gioco perfetto per gli appassionati della serie, che avrà sicuramente molto successo. Ma mi raccomando, se volete anche voi diventare dei Capipalestra provetti state sempre molto attenti alla strada, perché è più importante la vostra vita di quella di un Pokémon virtuale.

Voi che ne pensate? Scaricherete questo gioco? Fatecelo sapere nei commenti.

Leave a Response

Alessio Sordo
Studente, 18 anni. Androidiano convinto, ma aperto ad altre "esperienze". Amante di qualsiasi gadget tecnologico
Translate »