NewsRECENSIONISocialTech

PowerPack di Nomad, il power bank completo

80views

Costruire buoni prodotti è sicuramente facile, basta mettere insieme buoni materiali ed aggiungere una costruzione di livello, ma produrre prodotti completi di caratteristiche uniche non è per tutti. Ecco allora il power bank con caratteristiche uniche di Nomad che sicuramente vi lascerà sbalorditi.

Come abbiamo avuto modo di osservare con gli altri prodotti Nomad, tale azienda produce degli oggetti davvero di primissimo livello, partendo proprio dalla confezione sempre elegante e ben fatta.

Il PowerPack colpisce fin da subito per la sua bellezza e resistenza, realizzato con un telaio in policarbonato ed un ulteriore strato di poliuretano termoplastico, conferisce ad esso una sensazione di ultra-resistenza e solidità .

La qualità del PowerPack è la prima caratteristica evidente dell’accessorio, avvertibile anche al tatto, con una costruzione per nulla a caso dove la texture rialzata è ottima per una maggior presa e la sezione liscia al centro, con il logo Nomad, che fornisce un solco naturale per posizionare il pollice quando maneggiamo il PowerPack. Unica pecca rimane il fatto che con tale materiale diventa un magnete di polvere e detriti.

Passando alle caratteristiche si compone di tre porte (Input: USB C 5V/3.0A, Output 1: USB A 5V/2.4A, Output 2: USB C 5V/3A – 12V/2A con carica rapida) ed in mezzo è presente un indicatore LED con tre punti per visualizzare i livelli della batteria; al di sotto di esso un pulsante per dar vita ad una batteria da 9000 mAh, e sulla destra troviamo un pulsante per sincronizzarsi l’app Tile.

Tile costruisce piccoli dispositivi di localizzazione con supporto Bluetooth che permette di ritrovare chiavi, zaini e altro ancora. Ora Nomad con PowerPack ha fornito tale tecnologia di tracciamento integrata nel suo prodotto. L’app fornisce l’elenco di ogni Tile che può essere visualizzato sulla mappa che mostra tutte le ultime posizioni note dei tracker. Ovviamente quando il PowerPack è scarico, la funzione Tile continuerà a funzionare visto che ha un una batteria autonoma.

Grazie ai suoi 2.4 amp della porta USB-A è possibile avere una ricarica veloce rispetto all’attuale caricabatterie per iPhone 1A di Apple; con essa potrete caricare anche un iPad senza problemi.

Per quanto riguarda la ricarica USB-C i dispositivi compatibili non sono tanti, pero con i suoi 3.0A anche il nuovo MacBook può essere ricaricato, oppure è possibile acquistare un cavo da USB-C a Lightning, venduto da Apple, per trasformare il PowerPack in un sistema iPhone a doppia carica.

Una piccola funzione, ma carina, si chiama AmbientIQ e riguarda i livelli di illuminazione che regola i LED della batteria, che vengono regolati in base a se ci troviamo in pieno sole o in una stanza poco illuminata.

Il vero svantaggio rimane il suo prezzo di $119,95, un prezzo elevato che viene giustificato dall’integrazione con Tile. Sul mercato abbiamo sicuramente prodotti che costano meno con più capacità di mAh o medesimo prezzo con il doppio della capacità. La qualità non si discute e

Federico Grigolini
Blogger, podcaster e aspirante sviluppatore. Insomma di tutto e un po'. Il mio amore è la tecnologia e quello che ci gira intorno. La mia citazione : verso la tecnologia ed oltre.... ;)
Translate »