comunicato stampaNewsTech

SUSE va incontro alle esigenze di storage a prezzi accessibili

36views

SUSE Enterprise Storage 5.5 sfrutta le innovazioni dell’open source facendo a meno di hardware proprietario costoso

Comunicato Stampa

Per la clientela enterprise, la richiesta di capacità storage supplementare per i dati sta crescendo troppo rapidamente perché le opzioni tradizionali possano essere ancora economicamente convenienti. SUSE® risponde alla necessità di storage affidabile, a prezzi ragionevoli, annunciando la disponibilità di SUSE Enterprise Storage 5.5: una soluzione di software-defined storage intelligente basata sulla tecnologia Ceph che permette alle organizzazioni IT di trasformare l’infrastruttura storage enterprise e ridurre i costi, mettendo a disposizione una scalabilità illimitata.

“Le aziende sono oggi sottoposte a crescenti pressioni affinché diventino più agili ed economicamente efficienti, allo scopo di crescere, competere e sopravvivere”, ha dichiarato Gerald Pfeifer, vice president of Products and Technology Programs di SUSE. “Per alimentare il loro sviluppo devono fare leva sugli asset digitali e sulle informazioni che possiedono. SUSE Enterprise Storage permette di fare questo per mezzo di una soluzione storage di livello enterprise, accessibile e facile da gestire, che sfrutta le innovazioni open source senza bisogno di hardware proprietario costoso”.

Ritu Jyoti, program vice president, Systems Infrastructure Research Portfolio di IDC, ha commentato: “L’investimento in engineering di SUSE per rendere SUSE Enterprise Storage più facile da utilizzare ha prodotto una delle distribuzioni Ceph più semplici da gestire di tutto il settore. L’inclusione di openATTIC, che sta rapidamente diventando la norma nelle distribuzioni Ceph come Ceph Manager Dashboard, gioca una parte importante nel rilievo assunto da SUSE Enterprise Storage quale soluzione di livello enterprise”.

SUSE Enterprise Storage 5.5, basato sulla release Luminous di Ceph, mette a disposizione un ambiente storage altamente scalabile e ridondato con un singolo cluster unificato di software-defined storage che fornisce storage a oggetti, a blocchi e a file. La soluzione è ideale per le esigenze di bulk storage, conformità normativa, archiviazione, protezione dati, disaster recovery, applicazioni con file di grandi dimensioni, applicazioni big data, storage per HPC, cloud storage e storage per macchine virtuali. Questa versione di SUSE Enterprise Storage contiene miglioramenti relativi a prestazioni, stabilità e gestione – inclusi i miglioramenti di openATTIC e l’integrazione OpenStack – che aiutano i clienti a ridurre i costi ed effettuare con tranquillità il deployment di storage enterprise open source su vasta scala.

È compreso anche il supporto di produzione di CIFS/Samba per Ceph, accorgimento che amplia ulteriormente la capacità di SUSE Enterprise Storage di servire gli ambienti diversi da Linux, Windows in particolare. La versione 5.5 introduce per la prima volta in assoluto il supporto dei deployment Ceph eterogenei (client CephFS e RBD non-SUSE), il rafforzamento della sicurezza con il supporto integrato del modulo AppArmor per il kernel Linux, e la capacità del sistema di allertare i clienti in caso di eventi predeterminati e configurati dall’utente. La documentazione è stata tradotta in ulteriori lingue, a dimostrazione della crescente presenza globale di SUSE sul mercato.

Per maggiori informazioni riguardanti SUSE Enterprise Storage 5.5 è possibile visitare www.suse.com/storage e www.suse.com/c/suse-enterprise-storage-5-5-released. Informazioni relative a SUSE Select Services for SUSE Enterprise Storage sono disponibili su www.suse.com/services/select-services. 

Leave a Response

Federico Grigolini
Giurista di professione ed amante Apple per passione. La tecnologia mi affascina ed anche nel mio lavoro non posso farne a meno, provare e recensire i prodotti è il mio toccasana.
Translate »