NewsSocial

Social Network a gogo. Quale scegliere?

Nel web esistono una miriade di Social Network, ognuno con le sue caratteristiche, ma a quale possiamo iscriverci? Iniziamo con elencare quelli che per me possono essere i più importanti ed interessanti, sia per il tempo libero che per il lavoro. Premetto che ho trovato un grosso aiuto in questa Digital Guide di 1&1, ma ciò che sto per dirvi è dato dalla mia esperienza personale e dallo staff di Socialandtech.

– FACEBOOK

Il Social Network più conosciuto dalle masse, è infatti quello con più iscritti al mondo, come concezione è utilizzato perlopiù come passatempo, un metodo per leggere cosa fanno gli amici e condividere una parte di ciò che si fa della propria quotidianità.

Molti di voi non sanno che ad oggi rappresenta ottimo strumento pubblicitario per aziende. Non solo profili privati, ma anche pagine aziendali, gruppi; in pratica un metodo “nuovo” per essere visibili ed attrarre con i propri prodotti e servizi nuovi clienti. Il business su questo Social può essere relativamente semplice, io consiglio sempre di chiedere aiuto ad un professionista, in modo da non spendere soldi inutilmente.

– TWITTER

Twitter nasce nel 2006 e deve il suo nome al verbo inglese “To tweet” cioè cinguettare, non a caso il la sua icona richiama un uccellino azzurro e guarda caso è il mio Social preferito… 🙂

E’ definito come una piattaforma di microblogging, definizione che secondo me gli va un po’ stretta, diciamo che con solamente 140 caratteri (alcuni di voi spesso mi dicono siano un po’ pochi) abbiamo la possibilità di condividere messaggi di qualsiasi tipo. Naturalmente possiamo allegare foto, video e link. Twitter spesso è servito come metodo informativo per propagare fatti e notizie in “tempo zero”. Ecco perché una buona parte di chi lo usa, lo fa per tenersi aggiornato sulle notizie provenienti da tutto il globo. La sua immediatezza e velocità lo fanno il re delle news in tempo reale.

– INSTAGRAM

Parola d’ordine: condividi con immagini e video

Sei al ristorante? Ecco postata la fotografia del piatto. Hai un gattino che ti scorrazza per casa? Il suo musino piacerà a tantissime persone e forse la tua fotografia diventerà virale! Come per twitter, anche Instagram ha la possibilità di aggiungere alle fotografie o mini video, delle parole chiave precedute dal simbolo cancelletto (chiamato hashtag). Con questi hashtag sarà più facile ricercare contenuti similari ai nostri. Un esempio? Provate a fare questa ricerca: #gattini

– GOOGLE +

Da quando Google si è messa in testa di crearsi il suo social, ne è passato di tempo, gli ha cambiato nome e funzioni varie volte fino ad arrivare a Google +. Al primo sguardo sembrerebbe un po’ più complesso dei primi fin qui descritti, ma permette sia a privati che ad aziende di avere una visibilità che va al di là del social in se, proprio perché il sistema è integrato con la miriade di servizi e prodotti che propone il famoso motore di ricerca. In pratica se, dopo aver creato una mail con gmail, hai la pazienza di vedere cosa puoi fare, rimarrai stupefatto da ciò che avrai a disposizione.

Nello specifico, con Google + possiamo creare più “Cerchie” in pratica dei gruppi di persone che condividono le stesse passioni e interessi, in modo da far arrivare le nostre informazioni più velocemente. Ogni post creato può avere una parte descrittiva, immagini e video, link, sondaggi ed eventi. Possiamo creare community, pagine (ad esempio per la nostra azienda), trasmettere eventi in diretta video e molto altro.

– LINKEDIN

Per chi conosce Linkedin, penso che la frase più abusata sia: “Linkedin uguale lavoro!”.

Si perché questo social è facile da usare quanto Facebook, ma è dedicato al mondo del lavoro. Una volta che l’utente si iscrive, deve creare la propria scheda informativa, nella quale potrà inserire le competenze lavorative e la descrizione della propria azienda (nel caso in cui si sia titolari). Esistono anche funzioni particolari: la prima consiste nel pubblicare dei post in stile Facebook (di semplici righe o più complessi con l’ausilio di un editor che permette di inserire foto e link, in puro stile blogger); aggiungere e far parte di gruppi, seguire singole persone, in pratica fare sinergia e conoscere persone.

Non a caso, molti disoccupati si iscrivono perché le possibilità di fare conoscenze e trovare lavoro sono molto alte.

Leave a Response

Massimo Uccelli
Fondatore e admin. Appassionato di comunicazione e brand reputation. Con Consulenze Leali mi occupo dei piccoli e grandi problemi quotidiani delle PMI.
Translate »